σκόρπιες σκέψεις...

Per Dimitri

Dimitris Kufodinas, ricoverato per il 18 ° giorno in terapia intensiva, oggi 5 marzo 2021, ha presentato insufficienza renale acuta a seguito del prolungato rifiuto di ricevere cibo e liquidi.
Il personale medico e infermieristico della terapia intensiva, visto il persistente rifiuto del paziente di alimentarsi e ricevere liquidi, nel pieno rispetto della normativa vigente ed in esecuzione di un ordine del pubblico ministero, ha immediatamente intrapreso le necessarie azioni di rianimazione a supporto delle sue funzioni vitali, nonché ogni possibile sforzo per garantire la sua salute, come proposto dall’etica medica e dalla legislazione correlata.
Attualmente è in cura in condizioni critiche.
Il personale medico continua a fornire i propri servizi, sempre nel rispetto del codice deontologico medico.

Seguendo la persuasione dei medici personali di D. Kufodinas, lo scioperante della fame ha accettato di ricevere un siero idratante. I medici di D. Kufodina avvertono che le sue condizioni cliniche sono critiche e che in qualsiasi momento potrebbe cadere in coma o morire.

Allo stesso tempo, Dimitris Kufodinas, è esausto, ma ha lucidità e contatto con l’ambiente, e insiste su quello che ha detto giovedì:

«Continuerò lo sciopero della fame fino a quando il mio trasferimento illegale a Domokos non sarà cancellato e sarò trasferito a Korydallos, come previsto dalla loro legge, che haννο votato proprio per me. La decisione di trasferirmi a Domokos è politica, qunque, devono risolvere la situazione politicamente».

I nuovi sviluppi nello stato di salute del compagno in combinazione con gli ultimi sviluppi in campo legale mostrano sempre di più che il governo di ND si sta comportando sempre più come una mafia. L’attuale soppressione dell’ ultima manifestazione di solidarietà ad Atene parla da sé.

Dall’ altro lato, si stima che siano oltre 300 le incursioni-ronde anarchiche (nella foto, vernice lanciata all’ingresso dell’Unione ellenica americana) contro obiettivi della polizia, banche, ecc. Molti incidenti riguardano incendi dolosi di auto e moto di uomini della Polizia ellenica.

Oι υπέρ Κουφοντίνα «δυνάμεις κρούσης»

Nelle prime ore di giovedì, ad esempio, ignoti hanno causato danni alle banche di Maroussi, mentre poche ore prima antiautoritari hanno appiccato il fuoco a una motocicletta della polizia davanti alla casa del agente a Keratsini.

Attacco con molotov, fumogeni e pietre contro il commissariato di polizia a Kaisariani domenica scorsa. Anche attacchi agli agenti di polizia in via Ulof Palme a Zografou.

In fine, «Il governo greco nega giustamente di fare favori a Dimitris Kufodinas, condannato per terrorismo», ha detto in un post su Twitter l’ex ambasciatore degli Stati Uniti ad Atene Nicholas Burns.

«Non dimenticheremo mai», sottolinea.

Δημήτρης Κουφοντίνας: Ολοκληρώθηκε η πορεία στην Ομόνοια

Invece, noi tutti diciamo: Contro il cadaverismo del regime restauriamo la verità. La vera tassa sul sangue nella guerra sociale è pagata dalla base sociale. Difenderemo le persone della nostra classe che hanno scelto la via della resistenza intransigente.

Mikis Mavropulos

Σχολιάστε

Εισάγετε τα παρακάτω στοιχεία ή επιλέξτε ένα εικονίδιο για να συνδεθείτε:

Λογότυπο WordPress.com

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό WordPress.com. Αποσύνδεση /  Αλλαγή )

Φωτογραφία Google

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό Google. Αποσύνδεση /  Αλλαγή )

Φωτογραφία Twitter

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό Twitter. Αποσύνδεση /  Αλλαγή )

Φωτογραφία Facebook

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό Facebook. Αποσύνδεση /  Αλλαγή )

Σύνδεση με %s